2007 Auschwitz - marciatori della pace di vaiano cremasco

Vai ai contenuti

Menu principale:

2007 Auschwitz

le marce > 2003-2012
 

Una vera e propria avventura durata una settimana attraversando 4 nazioni europee per giungere alla nostra meta: Auschwitz.
La Marcia parte verso le ore 9 del 23 settembre 2007 dalle scuole Medie di Vaiano. Protagonisti del primo tratto di strada, che va da Vaiano Cremasco a Orzinuovi, sono i ragazzi delle scuole medie di Vaiano, Bagnolo, Crema, Offanengo, Romanengo e Soncino. A gruppi di 6, indossando magliette con i colori della bandiera della pace, corrono, anche mostrando una punta di agonismo fra loro, lungo il pecorso a loro assegnato e giungono a Orzinuovi, all'inizio della superstrada per Lonato, verso le ore 13 (significativo è il saluto che le varie Amministrazioni Comunali porgono ai ragazzi durante il passaggio nel loro territorio).
Da qui iniziano a correre La marcia percorre il tratto italiano fino al Brennero correndo a staffetta, e alternando i vari gruppi podistici (Vaiano, Bagnolo, Crema e Soncino).
Nel frattempo, mentre la marcia procede, un comitato di rappresentanza viene ricevuto a Bolzano (dove sono guidati da un incaricato del Comune in una visista al campo di concentramento), e a Vipiteno dove L'Amministrazione Comunale ci ospita in una palestra per la notte.
Il tratto di strada all'estero viene percorso in bicicletta, rispettando la procedura usata per i podisti, ossia a staffetta. Si attraversa l'Austria, la Repubblica Ceca e la Polonia, fino ad arrivare, in perfetto orario sulle previsioni, ad Auschwitz nelle prime ore della mattina del 28 settembre.
Durante la mattina stessa tutto il gruppo al completo viene ricevuto nel salone deri congressi dalla direttrice del Museo di Auschwitz che porge il saluto di benvenuto e fa i complimenti a tutti per la buona riuscita dell'iniziativa. Lo scambio di doni conclude la cerimonia, al termine della quale il gruppo marciatori della pace, diviso in due, viene accompagnato (con l'ausilio di due interpreti) alla visita del campo di Auschwitz. Una visita molto emozionante e coinvolgente, un groviglio di sentimenti di fronte a ciò che vediamo e ascoltiamo.
Lo stesso turbamento mentale lo si riscontra al pomeriggio durante la visita a Birkenau (Auschwitz 2), dove viene depositata anche una corona di fiori in memoria delle centinaia di migliaia di persone sacrificate in quel luogo.
Il giorno dopo alle 8 di mattina si parte per tornare a casa. Si arriva in tarda serata consapevoli che questa nostra avventura in nome della Pace e nel solco della memoria è una tappa fondamentale per capire l'assurdità di ciò che è successo in quegli anni.
Ricordare per fare in modo che non succeda mai più.

LAVORI IN CORSO

 

SCUOLA ON THE ROAD

 

ORZINUOVI-BRENNERO

 

IL CAMPO DI BOLZANO

 

SIAMO IN AUSTRIA

 

LA NOTTE DI PRAGA

 

PRAGA-AUSCHWITZ

 

LE FIRME E IL MUSEO

 

VISITA AD AUSCHWITZ 1

 

CERIMONIA A BIRKENAU

 

VISITA A BIRKENAU

 

IL RITORNO, LA CENA

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu